Prenotazione Appartamenti e Ville

Richiedi Disponibilità

Prenotazione Hotel


Ospiti camera #2
Ospiti camera #3
Ospiti camera #4

Le offerte e i pacchetti saranno disponibili al più presto...

Golf

Gioca sui migliori green

Il Monsignor della Casa Country Resort & Spa gode di una posizione strategica per raggiungere alcuni tra i più apprezzati campi da golf della Toscana, i quali oltre a ospitare nel corso dell'anno manifestazioni agonistiche nazionali e internazionali sotto l'egida della Federazione Italiana Golf, organizzano corsi di vario livello, lezioni private e scuole di avviamento al golf per ragazzi.

Se volete cimentarvi in una gara o passare una giornata sui green della Toscana, questi campi da golf in Toscana vi accoglieranno con uno speciale prezzo convenzionato:

 

Il Golf Club Poggio dei Medici

Il Golf Club Poggio dei Medici è situato nel cuore del Mugello, a soli 7 km dal Monsignor della Casa Country Resort (10 minuti in auto). Il campo a 18 buche, par 72, è sorto nel 1992 come frutto della collaborazione tra un grande giocatore, Baldovino Dassù, e un attento architetto, Alvise Rossi Fioravanti. Il campo, il cui percorso misura 6.397 metri, 5.091 dai Tee femminili, e 6.519 metri dai Tee di gara (ulteriori 9 buche verranno costruite nel prossimo futuro), dispone di ampi spazi di pratica, con Driving Range e Putting e Pitching Greens. Aperto nel 1995, è stato immediatamente riconosciuto dalla rivista di settore "Il Mondo del Golf" come miglior nuovo campo, e si è costruito nel tempo una ottima reputazione, fino ad essere considerato uno dei più prestigiosi in Italia.

E' stato recentemente 'premiato da "Condè Nast Traveller" nelle proprie "Hot List" come "Il Miglior Golf Club", superando campi come il K Club in Irlanda e il Greebrier negli Stati Uniti. Dal 1999 al 2003 Poggio dei Medici ha ospitato l'Open Italiano femminile del Tour Europeo.

Il Golf Club Ugolino

Il Golf Club Ugolino (60 minuti dal resort) fu fondato nel 1933 sulla via Chiantigiana a Sud di Firenze su progetto degli architetti inglesi Blandford e Gannon (gli stessi che avevano disegnato il campo di Monza), ed è uno dei migliori esempi di golf in toscana. Qui ricavarono un campo con par 69, ma impegnativo per i dislivelli e gli ostacoli rappresentati da alberi e da green piccoli. Negli anni 60, il percorso fu ampliato a par 72 dall'ing. Piero Mancinelli. Guardando lo score sembrerebbe a prima vista un percorso facile considerando la sua lunghezza di "soltanto" 5.676 metri.

Tuttavia l' Ugolino sfrutta nel migliore dei modi le caratteristiche naturali del luogo: cipressi, olivi, pendenze che seguono il meraviglioso paesaggio, green piccoli spesso ben difesi. Sono questi gli ostacoli che il golfista deve affrontare su un percorso che appartiene alla storia del golf italiano e che mette a dura prova ogni tipo di giocatore. Non e' un caso poi che all'Ugolino si siano formati tanti forti golfisti e che quindi il percorso sia un divertente ma impegnativo test per giocatori che devono ricercare più la precisione che la potenza.

La realizzazione della Club-House e della piscina fu affidata all'architetto Gherardo Bosio che riuscì a disegnare una struttura ancora oggi perfettamente fruibile e "funzionante" che rappresenta uno degli esempi più belli d'architettura razionalista, tanto da essere stata posta sotto la tutela delle Belle Arti. L'Ugolino è parte essenziale della storia del golf italiano: sul suo percorso, lungo la via Chiantigiana, sono state disputate innumerevoli gare e tanti Campionati Nazionali, e sono molti i giocatori di statura nazionale e internazionale che vi si sono cimentati.

Il Medagliere dell'Ugolino

Il Medagliere dell'Ugolino è uno dei più importanti e gloriosi fra quelli dei Circoli italiani, ed è impossibile citare tutti i giocatori che hanno contribuito a questi successi. L'Ugolino è stato sede anche di numerosi Open Internazionali e il ricordo più suggestivo è stata la disputa dell' Open Internazionale d' Italia nel 1983 che fu vinto da Bernard Langer dopo un appassionante spareggio con Severiano Ballesteros e Ken Brown, al termine di una gara che vide in campo anche Greg Norman, Mark James, Costantino Rocca, Baldovino Dassù, e molte altre stelle del Tour Europeo.

Il Golf Club Parco di Firenze

Il Golf Club Parco di Firenze (45 minuti dal resort) nasce dall'idea semplice ma per il nostro paese alquanto originale di alcuni amici golfisti, di costituire un percorso di golf "cittadino" che rendesse comoda la pratica e il gioco del golf per chi abita a Firenze. Dopo numerose ricerche la scelta del sito più adatto cadde sull'Isolotto, una zona "poco raccomandabile" di Firenze dove tra l'altro sorgeva una discarica oramai divenuta abusiva. Nell'anno 2000 il gruppo di amici, con in testa il futuro Presidente Giuliano Bagnoli, dopo molti accadimenti non sempre piacevoli, ha aperto l'associazione sportiva "Golf Club Parco di Firenze", inizialmente giocando nell'adiacente campo di calcio della "Florence", (nell'attesa che l'erba del driving range, che era un po' in ritardo causa condizioni avverse, crescesse e permettesse la raccolte delle palline).

Quando il Circolo nel 2001 ha raggiunto la sede definitiva contava già 150 associati. Negli anni che sono seguiti il Club pian piano è cresciuto raggiungendo nel 2004 quota 500 tesserati FIG e circa 600 soci totali, con incrementi annuali sempre costanti e sostenuti. Tra le numerose iniziative di avviamento al gioco del golf, il Circolo ha attivato il "Club dei Giovani", che con costi molto contenuti permette agli under 18 di avvicinarsi a questa disciplina e di migliorare il proprio gioco, ha fatto promozione nelle scuole medie inferiori e elementari, insegnando le prima basi del gioco nelle ore di educazione fisica; inoltre ha offerto e offre la possibilità agli adulti di provare a giocare senza costi eccessivi e senza l'intoppo psicologico delle spese preliminari a fondo perduto.

Il Golf Club Le Pavoniere 

Il Golf Club Le Pavoniere (45 minuti dal resort) è immerso nel parco delle cascine di Tavola presso Prato, a circa 30 km dal Monsignor della Casa Country Resort, ed è uno dei più divertenti tra i golf club in Toscana. Il Club comprende 18 avvincenti buche firmate Arnold Palmer, un ampio campo pratica con 12 postazioni coperte e 30 scoperte, puttingreen, pitch green e bunker di pratica. Solcato da numerosi ostacoli d'acqua e da ampi e ondulati greens, il campo si caratterizza per la sua linearità tecnica e paesaggistica. La meticolosa progettazione consente al golfista un rilassante giro di golf senza mai far venire meno la tensione di gioco. 

La Club House è il risultato di un sapiente intervento di restauro sulla vecchia Casa del Podere di San Leopoldo II, fatta costruire da Granduca Leopoldo II di Toscana.  L'intervento ottocentesco è da attribuirsi al valente Architetto Granducale Pasquale Poccianti che nei primi decenni dell'ottocento era impegnato nell'edificazione della limonaia, dello scalone centrale e del giardino all'inglese nell'ambito della Villa Medicea di Poggio a Caiano, distante solo pochi km dal club.

Il Golf Club Montecatini

Il Golf Club Montecatini (60 minuti dal resort), campo con 18 buche di 5857 metri par 72, è situato nel cuore della campagna toscana, tra la costa della Versilia e le magnifiche città di Firenze, Lucca e Pisa, a soli 60 km dal Monsignor della Casa Country Resort (un'ora circa di auto). Vale comunque la pena visitarlo per chi ha programmato vacanze golf in Toscana.

Nato su una tenuta di una vecchia famiglia toscana, è un luogo dai magnifici panorami e dalla bellezza prorompente, sia per la vegetazione varia e rigogliosa, sia per gli spunti storici e culturali. Il tracciato, che segue la conformazione collinare del luogo, presenta alcune buche di straordinaria attrazione tecnica e paesaggistica: le prime nove sono caratterizzate da olivi che segnano i delicati dog legs dei fairways e i margini del campo, mentre nelle seconde nove colpisce l'immagine della macchia mediterranea, che con i colori e i profumi dell'erica, della ginestra e dell'alloro, fa da cornice. Due laghi, inoltre, posizionati sul percorso, rendono il gioco ulteriormente impegnativo.

La Club House, nata su insediamenti etruschi e romani risalenti a prima dell'anno 1000, è stata restaurata rispettando la sua struttura storica, e arricchita di servizi quali sala fitness, piscina e foresteria.

 

Informazioni:

Contattaci per maggiori informazioni sulle nostre attività
Se preferite, è possibile chiamare (+39)055.840.821


» Guarda le nostre speciali offerte di stagione
» Visita il nostro resort e scopri dove soggiornare in Mugello